Make your own free website on Tripod.com

 

 

Home
CASTELLO 1
CASTELLO 2
CASTELLO 3
CASTELLO 4
CASTELLO 5
CASTELLO 6
CASTELLO 7
CASTELLO 8
CASTELLO 9
CASTELLO 10
CASTELLO 11
CASTELLO 12
CASTELLO13
CASTELLO 14
CASTELLO 15
CASTELLO 16
CASTELLO 17
TORRIONE

 

 

TRENTO - Castello del Buonconsiglio  right

A TRENTO

Antica già, hor tutto rinnovato....

Il castello del Buonconsiglio di Trento è un monumento estremamente singolare, un aggregato e una sovrapposizione di costruzioni diverse che risalgono a momenti differenti che si sono sviluppati l'uno sull'altro, l'uno accanto all'altro per secoli, estendendosi gradatamente, occupando via via nuovi spazi fino a raggiungere una dimensione e una complessità eccezionali. A prima vista oggi ne distinguiamo ben quattro parti: il massiccio torrione cilindrico, duecentesco, la leggendaria << Torre d'Augusto >>, che svetta in cima al dosso e che testimonia le più antiche fasi costruttive, l'elegante castello, nella seconda metà del Quattrocento. Il vescovo Hinderbach ( 1465 - 1486 ) aveva dato, inglobando e trasformando le parti più antiche, una splendida impronta di <<rinascimento imbratile >>, con l'ampia polifora a nove luci che apre la facciata verso la città e la corte alleggerita dai loggiati sovrapposti che lo fanno apparire molto simile ad una lussuosa dimora veneziana.Attigua a questo, il <<Magno Palazzo >> - come lo chiama il senese Pietro Andrea Mattioli che ne diede, quando appena compiuto, una celebre descrizione in versi - che intorno agli anni 

trenta del Cinquecento il vescovo e quindi cardinale Bernardo Clesio ( 1514- 1539 ) volle far edificare accanto all'antica sede, e, a unire le due costruzioni, la cosiddetta << giunta albertina >> che il vescovo Francesco Alberti Poia ( 1677 - 1689 ) fece costruire sul finire del Seicento seguendo il principio di conformità, imitando rigorosamente all'esterno i 

Immagine 001.jpg (70523 byte) Immagine 002.jpg (78585 byte) Immagine 004.jpg (74571 byte) Immagine 005.jpg (77634 byte) Immagine 007.jpg (65988 byte) Immagine 008.jpg (71114 byte)

Immagine 009.jpg (70463 byte) Immagine 010.jpg (67649 byte) Immagine 011.jpg (61514 byte) Immagine 012.jpg (63296 byte) Immagine 013.jpg (71860 byte) Immagine 014.jpg (75797 byte)

tratti della dimora Clesiana. In realtà interventi, modificazioni o trasformazioni di ogni genere e misura si sono susseguite lungo tutta la sua storia che dura ormai da sette secoli. Residenza dei principi vescovi di Trento il castello è cresciuto con loro, testimoniando della loro storia, della loro potenza, dei loro limiti, delle loroaspirazioni, della loro cultura, dell'immagine che di loro stessi volevano dare, del loro splendore e della loro caduta - volta a volta, e talora nello stesso tempo, fortezza e residenza amministrativa, castello e palazzo, per finire come caserma e quindi come museo; la storia secolare di una terra di frontiera, di una frontiera politica, linguistica, culturale che si riflette o pittosto si materializza nelle sue mura, nelle torri, nei bastioni, nei suoi spazi, nelle sue stanze e nelle sue logge......

 

 

 
  

  Return to Top    

Antonio@Enio